Prendo in prestito un articolo del 17.12.09 del giornale web Immigrazione Oggi. M’interessa solo un passaggio, ma lo riproduco tutto perché mi piace avere l’immagine d’insieme.

UE: 38 milioni di immigrati di cui 11,3 milioni di intracomunitari.
Tra i Paesi terzi le comunità più numerose sono quella turca e quella marocchina. Tra gli stati membri spiccano romeni ed italiani.

Romeni, italiani e polacchi: sono questi i tre gruppi di migranti comunitari più numerosi all’interno dell’UE. Al primo gennaio 2008, secondo i dati Eurostat, il 37% degli stranieri che vivevano in uno dei Paesi dell’Unione europea erano cittadini di un altro Stato membro: i più numerosi provenivano dalla Romania (1,7 milioni, pari al 15% del totale Ue) seguiti da quelli emigrati dall’Italia (1,3 milioni, pari all’11%) e dalla Polonia (1,2 milioni, 11%).
Complessivamente, gli immigrati nei paesi Ue erano 30,8 milioni. Il numero più alto di stranieri è residente in Germania (7,3 milioni), seguita da Spagna (5,3 milioni), Regno Unito (4 milioni), Francia (3,7 milioni) e Italia (3,4 milioni).
Tra i non comunitari i paesi con le presenze maggiori risultano essere la Turchia (7,9% del totale), ed il Marocco (5,6%).

Allora c’è un’altra cosa che accomuna le mie due patrie: hanno ciascuna un milione e mezzo di cittadini in giro per l’Europa. Dovremmo pensare un po’ di più a questo, agli insegnamenti che si possono trarre.  Siamo più simili di quel che sembra, e abbiamo gli stessi problemi, come, per esempio, il bisogno di emmigrare.

Citez un articol din 17.12.09 al ziarului web Immigrazione Oggi. Prefer sa il reproduc in intregime, desi voi comenta doar pasajul care priveste migratia romanilor si a italienilor, pentru a avea imaginea de ansamblu.

UE: 38 de milioane de imigrati dintre care 11,3 milioane sunt intracomunitari

Comunitatile turca si marochina sunt cele mai numeroase dintre tarile externe. Intre statele membre se remarca romanii si italienii.

Romanii, italienii si polonezii: cele trei grupuri de migranti comunitari sunt cele mai numeroase in internul UE. La data de 1 ianuarie 2008, potrivit datelor Eurostat, 37% dintre strainii care traiau in unul dintre statele Uniunii Europene erau cetateni ai unui alt stat: cei mai multi provin din Romania (1,7 milioane, adica 15% din cifra totala Ue) urmati de cei emigrati din Italia (1,3 milioane, adica 11% din cifra totala Ue) si de Polonia (1,2 milioane, 11%).

In total, imigrantii rezidenti in tarile UE erau 30,8. Numarul cel mai inalt de straini traieste in Germania (7,3 milioane), urmata de Spagna (5,3 milioane), Regatul Unit (4 milioane), Franta (3,7 milioane) si Italia (3,4 milioane).

 Inca ceva in comun ambelor mele patrii: fiecare are un milion si jumatate de cetateni in alte tari europene. Ar trebui sa ne gandim mai profund la acest aspect, incercand sa tragem invataminte. Semanam si mai mult decat pare, si ne confruntam cu aceleasi probleme, cum ar fi nevoia de a ne lasa tara…

Annunci