Magor Csibi descrive sul blog del progetto Think out side the box uno che fa al caso suo: Mircea Struteanu ha 25 anni e non sogna un lavoro impiegatizio o fama, ma vivere la vita a modo suo, arrampicandosi in giro per il mondo, scendendo le montagne con il suo snowboard e pubblicando le sue foto. Tutto questo mi sembra molto naturale. Vuol essere vivo – e sa come farlo. Cosa rara, sa anche quando smettere. Lo ammiro perché ha trovato la sua strada e non molla. Tutto qui.

Tra i commenti pubblicati sul sito web un bel 15% riversano invece tutte le loro frustrazioni sulla testa del povero ragazzo, con le motivazioni più immature che io abbia mai letto: perché non da niente alla società, perché pensa solo come portare avanti il suo progetto di vita, perché ha i soldi per farlo, perché da anziano peserà sul sistema di assicurazioni di salute, perché torna indietro quando capisce che una avventura non fa per lui o gli mette la vita in pericolo…

È triste vedere quanti sono quelli che soffrono perché chi le sta davanti non è una loro esatta riproduzione, e sono capaci di odiare con la velocità e la decisione con la quale noi ci ordiniamo il caffè al bar… È difficile capire il loro vero peso nella vita sociale, pur non pensando che siano la maggioranza mi sembra di incontrarli dappertutto, in Romania o in Italia.

Magor Csibi scrie in blog-ul proiectului Think out side the box despre un tanar care chiar gandeste cu propriul creier: Mircea Struteanu are 25 anni si nu viseaza un loc de munca bun sau faima, ci sa-si traiasca viata asa cum doreste, catarandu-se, facand snowboard si publicandu-si fotografiile. Mi se pare un proiect de viata sanatos, natural. Vrea sa fie viu cat timp este in viata – si stie cum sa o faca. Calitatate rara, stie si cand este cazul sa se opreasca. Il admir pentru ca si-a gasit calea in viata si nu se da batut.

In jur de 15% dintre comentariile cititorilor, insa, isi arunca frustrarile asupra bietului Mircea, din motivele cele mai infantile pe care le-am citit vreodata: pentru ca nu da nimic societatii, pentru ca se gandeste doar cum sa-si urmeze calea, pentru ca face rost de bani ca sa o faca (da, nu-i cad din cer!), pentru ca va avea nevoie de ajutor din partea statului cand va fi batran, pentru ca renunta atunci cand intelege ca acea aventura nu i se potriveste sau ii pune viata in pericol…

Ce trist, sa vezi cat de multe persoane sufera doar din cauza ca cei pe care ii privesc nu le seamana ca doua picaturi de apa, si urasc cu viteza si cu decizia cu care tu si cu mine bem o cafea… E greu de inteles cat de mult influenteaza societatea, sunt sigura ca nu formeaza majoritatea, dar mi se pare ca-i intalnesc peste tot, in Italia si in Romania.

Annunci